News

Scritto il 25/12/2013, 08:46 da admin
auguri-di-natale                        L'Aquilone Augura a tutti un           ...

PROGETTO EDUCATIVO

ASILO NIDO e SPAZIO GIOCO  L’Aquilone


Finalità

  1. L’Asilo Nido d’Infanzia L’Aquilonee il servizio “Spazio gioco” è un servizio educativo per la prima infanzia che accoglie  bambini ( Asilo Nido)  di età  compresa tra 12 e 36 mesi,  e  Bambini (Spazio gioco) di età compresa tra 12 e i 60 mesi, senza alcuna discriminazione, ove si assicura quotidianamente la realizzazione di programmi educativi, il gioco, i pasti ed il riposo. Tali servizi, nel quadro di una politica complessiva per la prima infanzia, concorre con le famiglie alla crescita, cura, formazione e socializzazione dei bambini, nella prospettiva del loro benessere  psicofisico, dello sviluppo  dell’autonomia e creativa capacità, delle loro potenzialità cognitive, affettive e sociali, e del diritto di ogni soggetto all’educazione nel rispetto della propria identità individuale, culturale e religiosa

  1. I servizi  consentono alle famiglie modalità di cura dei figli in un contesto esterno a quello familiare attraverso un loro affidamento quotidiano e continuativo a figure diverse da quelle parentali con specifica competenza professionale e le sostiene nelle scelte educative. Tutto ciò anche con lo scopo di facilitare l’accesso delle donne al lavoro e di promuovere la conciliazione delle scelte professionali e familiari di entrambi i genitori in un quadro di pari opportunità fra i sessi.

  1. L’Aquilone mira a sviluppare la comunicazione interpersonale fra bambini per favorire la socializzazione fra bambini e adulti e fra adulti allo scopo di consentire il confronto costruttivo e la cooperazione,  intese come chiavi dello sviluppo individuale, nonché come fattori fondanti di una educazione orientata al rispetto e alla valorizzazione della diversità, della solidarietà e della pace.

  1. Tali finalità vengono perseguite in stretta integrazione con le famiglie, riconosciute come protagoniste del progetto educativo del Servizio, portatrici di proprie originali culture, nonché dei diritti all’informazione, alla partecipazione ed alla condivisione delle attività realizzate all’interno del Servizio medesimo.

  1. Tali finalità sono perseguite, altresì, in raccordo con le altre istituzioni educative, scolastiche, o ad altro titolo, interessate ai problemi dell’infanzia e dell’educazione, presenti sul territorio.


Caratteristiche del servizio


  1. L’Aquilone si caratterizza per la qualità del progetto educativo, per la flessibilità delle risposte e per l’articolazione degli spazi a disposizione, è strutturato in coerenza con le indicazioni contenute nelle più recenti normative ed in particolare risponde a quanto stabilito dalla Legge Regionale n° 30 del 22/12/2005 e dal Regolamento regionale n° 13 del 20/12/2006 in merito a: localizzazione; caratteristiche generali; spazi interni ed esterni; arredi;  ricettività;  dimensionamento;  pasti,  orari e calendario di apertura; aspetti organizzativi;  personale;  progetto educativo;  partecipazione delle famiglie

  1. Il progetto pedagogico è centrato sui bisogni e sul rispetto dei tempi e dei ritmi individuali dei bambini e delle bambine e sulle esigenze lavorative delle famiglie. La metodologia educativa attuata pone particolare attenzione ai seguenti aspetti:


     - L’inserimenti del bambino

           - La relazione adulto-bambino

           - Le attività di piccolo gruppo

           - La partecipazione delle famiglie

  1. Il gruppo sezione è l’unità organizzativa di base, per sviluppare le potenzialità sociali dei bambini, consentendone la piena reciproca conoscenza e la relazione all’interno di piccoli gruppi. Il piccolo gruppo rappresenta il contesto primario di relazione per i bambini, al suo interno si favorisce lo sviluppo di esperienze garantendone la continuità; il dimensionamento ottimale del piccolo gruppo è determinato in relazione all’età dei bambini.


Ricettività


La ricettività dell’Asilo Nido L’Aquilone e dello Spazio Gioco è determinata con riferimento agli standard regionali, in relazione alle dimensioni della struttura e alle tipologie degli orari di frequenza dei bambini.


Calendario e orario di apertura


L’Aquilone è aperto tutto l’anno, con una breve interruzione durante le festività natalizie, l’orario di apertura è dalle ore 8,00 alle ore 17,00 dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,45 alle ore 12,00 il Sabato.

Lo Spazio Gioco è aperto dal Lunedì al Sabato dalle ore 17,00  alle ore 20.00


Accesso al servizio


La domanda di ammissione può essere presentata presso la Direzione dell’Asilo in qualsiasi periodo dell’anno. Non è stabilito alcun criterio di priorità nell’accettazione delle domande di iscrizione che verranno accolte in ordine di arrivo fino ad esaurimento dei posti Qualora il numero delle domande di iscrizione superi quello dei posti disponibili,verrà data priorità all’iscrizione dei bambini con fratelli già iscritti alla struttura. L'effettivo inserimento nelle rispettive sezioni è disposto dal Responsabile del nido tenendo come riferimento l'età dei bambini e l'impostazione del progetto educativo stilato unitamente agli educatori .Adeguate forme di flessibilità garantiranno il pieno utilizzo dei posti disponibili.


Il personale e il coordinamento


Il personale utilizzato oltre ad avere esperienza nella gestione di servizi educativi possiede specifici titoli professionali con adeguati percorsi formativi in linea con quanto previsto dalla Legge regionale e conseguente regolamento attuativo della regione Umbria. . La pianta organica terrà conto del numero degli utenti e delle loro caratteristiche sulla base dei parametri previsti dalle normative.

L’articolazione degli orari di servizio verrà elaborata di conseguenza. La pianta organica sarà

costituita  da:

- Educatori all’infanzia

- Educatori provvisti del titolo specifico in presenza di bambini diversamente abili

- Operatori ausiliari

- Coordinatore Psico-pedagogico


Il personale è incluso in progetti di aggiornamento permanente e con una attenzione specifica a

collocare  l’esperienza professionale degli operatori nell’ambito di una dimensione di continuo

confronto  e integrazione con le più significative esperienze. Il nuovo personale è sottoposto a un

periodo  di tirocinio preliminare.

La Responsabile dell’Area Educativa nonché Coordinatore Psico-Pedagogico, nell’ambito dell’azione sviluppata dalla cooperativa, organizza e dirige il Servizio. Cura l’unitarietà, la coerenza e la continuità degli interventi, attraverso il presidio integrato degli aspetti organizzativi e psico-pedagogici, nonché attraverso la continua verifica sulla efficacia degli interventi, anche nella direzione di ottimizzare, nell’ambito di parametri di alta qualità, l’impiego razionale delle risorse


Organizzazione del lavoro


  1. Il personale – educativo e ausiliario – assegnato alla struttura si identifica nel Collettivo e fa capo alla Responsabile dell’Area Educativa della Cooperativa Sociale  L’Aquilone

  1. In questo ambito, il Collettivo organizza il proprio lavoro secondo il principio della collegialità, individuando altresì al suo interno funzioni specifiche che vengono assegnate alle singole persone. In particolare, il Collettivo elabora i programmi di lavoro e ne garantisce la realizzazione, la verifica e la documentazione, nella direzione del loro aggiornamento permanente.

  1. Tutto il personale - insegnante e non insegnante - è direttamente e pienamente responsabile dei bambini iscritti, per l’arco orario della loro presenza, e opera, nell’ambito delle diverse funzioni specifiche,  finalizzando il proprio agire all’armonico funzionamento del Servizio ed al benessere degli stessi bambini.

  1. Nell’ambito di quanto previsto dalle normative legislative e contrattuali, il rapporto fra operatori e bambini attuato nel servizio è orientato alla valorizzazione del rapporto individualizzato e del piccolo gruppo.

  1. Gli educatori garantiscono altresì un efficace e continuo raccordo con le famiglie, predisponendo, per lo scopo, apposite situazioni di incontro che si svolgono con regolarità nel corso dell’anno scolastico.


La partecipazione delle famiglie


  1. La partecipazione delle famiglie al progetto educativo e alla vita del Servizio rappresenta un elemento caratteristico della gestione dell’Asilo Nido  L’Aquilone

  2. Le famiglie partecipano alla realizzazione del percorso educativo attraverso:  l’assemblea, i colloqui individuali, gli incontri a tema, i laboratori, le feste, ecc..

  3. L’Assemblea dei genitori è l’organismo che rappresenta in modo diretto e completo i genitori dei bambini iscritti al Servizio e viene convocata dagli educatori almeno due volte all’anno per discutere sui temi generali propri dell’organizzazione e del funzionamento del servizio e sul processo di realizzazione del progetto educativo.


I contesti della partecipazione


Al fine di favorire una reale partecipazione dei genitori dei bambini  scritti alla vita del servizio, sono previsti: colloqui individuali, da organizzare antecedentemente all’inserimento ed ogni volta  che si riterranno utili nel corso dell’anno formativo,  riunioni di sezione al fine di discutere gli aspetti connessi alla realizzazione del progetto educativo,  incontri tematici nei quali affrontare problematiche legate alla genitorialità;

 

 

                                                                                                       Il Responsabile Legale